Blog: http://SottotettiGiuseppe.ilcannocchiale.it

Foggia

Foggia è stata distrutta da un terremoto nel 1731. E' dunque ovvio che lo stile predominante sia un barocco severo e che io faccia fatica a trovare nella cattedrale le tracce del romanico ma perchè bisogna nascondere dietro una cancellata il portale del fianco sinistro? Nell'ultima guerra la città è stata pesantemente bombardata e molti edifici sono del tutto fatiscenti, nel miglior stile italico.
Prima di dirmi deluso dalla città è bene fare una capatina al museo cittadino. Lo trovo proprio sul limitare del centro storico, in palazzo Arpi (a sua volta costruito sul luogo della reggia imperiale - di cui resta solo un portale).
Anche se la pinacoteca è chiusa per ragioni di sicurezza ci sono abbastanza reperti da giustificare la visita. A me è interessata la sezione archeologica, che descrive molto in dettaglio i ritrovamenti fatti in zona, nella antica Arpi. Molto vasellame, con belle decorazioni ed immagini antropomorfe e materiale di ispirazione ellenica.
Notevolissimi dei mosaici di epoca romana e la ricostruzione di alcune tombe della zona. A parte un paio di ipogei a sud di Bari - nella necropoli di Egnazia - non sono riuscito a vedere molto: bisogna programmare con molta cura le proprie escursioni affinchè qualche anima pia permetta l'accesso agli ipogei e al materiale trovato in giro: il nostro è un paese stolido in cui il turismo si limita al sole e al mare. Mi sembra però che avere un'alternativa per i giorni piovosi - e non solo - non sarebbe malaccio.

Pubblicato il 29/4/2019 alle 6.53 nella rubrica Giramondo.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web