Blog: http://SottotettiGiuseppe.ilcannocchiale.it

Chioggia la piccola Venezia della laguna veneta

Ho trovato una piccola Venezia a Bamberg, in Germania. Ovviamente non poteva mancarne una in Francia - certamente migliore dell'originale - nell'alsaziana Colmar...
Noi ne abbiamo una a Chioggia, a poco meno di un'ora da quella grande, sul limitare della laguna. Ha la stessa conformazione su isole collegate da ponti e separate da canali il cui odore mi fa venire in mente il povero Aschenbach.
 
Purtroppo non c'è gran cura nel conservare il paese: troppi intonaci scrostati, pitture smangiate dalla salsedine e dalle intemperie; sciatterie che stonano in un piccolo centro abitato che pure avrebbe molti begli angoli pittoreschi. Non posso fare a meno di pensare a come si è trasformata nel tempo Capodistria, altra cittadina con lo stesso tipo di architettura ma, evidentemente, una diversa consapevolezzab del valore del proprio patrimonio artistico.
 
E che siamo disattenti lo vedo nel museo diocesano, dove le Nozze di Figaro e i REM sono la giusta colonna sonora per accompagnare due polittici di Paolo Veneziano. Valgono la pena di essere visti, specie una bellissima Madonna circondata da santi
chioggia
 
L'altro, con al centro un gruppo ligneo raffigurante san Martino, ha sofferto più il trascorrere del tempo ma non per questo è meno interessante.
 
Nel vicino Duomo ci è risparmiata la musica: nulla mi distrae dall'osservazione di un maestoso e complesso pulpito in marmo nonchè dell'altar maggiore con intarsi di marmi policromi che raccontano la vita della Madonna.
 
Se voglio il raccogliermi in preghiera la vicina chiesa di Pietro e Paolo è un piccolo riassunto di architettura veneta e poi - a dimostrazione che in Italia anche i sassi hanno valore artistico - la libreria Giunti è sita in un edificio bianco su cui troneggiano diversi bei gruppi scultorei.
 
chioggia

Pubblicato il 27/5/2018 alle 14.34 nella rubrica Lo stato dell'Arte.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web