Blog: http://SottotettiGiuseppe.ilcannocchiale.it

Compleanno di Wagner

Ricorderei il compleanno di Wagner con l'andante della sinfonia in do maggiore.

Wagner è un severo giudice di se stesso. Egli si rende conto che il suo percorso formativo - da autodidatta - non è affatto lineare ed è spesso finito in vicoli ciechi. Da buon creatore non esita neppure ad eliminare ciò che non gli sembra degno delle sue capacità creative. Se non esita a bocciare le prime due opere - Fate e Divieto d'amare - le due sinfonie giovanili, quella - completa - in do maggiore e la seconda, frammentaria, in mi maggiore gli sono sempre parse interessanti. Non a caso esse vengono suonate nel cerchio intimo di casa e sopra tutto la prima verrà eseguita dallo stesso Wagner alla Fenice di Venezia come regalo di compleanno e Natale per la moglie Cosima. Non dimentichiamo d'altronde che il maestro aveva intenzione, per il dopo Parsifal, di dedicarsi alla stesura di lavori sinfonici, anche se non nella forma beethoveniana in quattro movimenti.

Consapevole del debito che egli deve al nume di Beethoven, Wagner ama particolarmente l'andante della sinfonia in do con la sua bella melodia che si imprime tanto bene nella memoria.


Pubblicato il 22/5/2017 alle 7.45 nella rubrica Sala di musica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web