Blog: http://SottotettiGiuseppe.ilcannocchiale.it

Santa Croce a Bosco Marengo (AL)

Il cadetto della famiglia Ghislieri, Michele, non abbastanza forte per affrontare la "bella vita militar" era obbligato a scegliere la carriera ecclesiastica, dove ebbe tanta fortuna da diventare Papa con il nome di Pio V. Anche nella lontana e sfarzosa Roma egli non dimentica la natia Bosco Marengo dove fa costruire un gigantesco convento in cui secondo le sue intenzioni sarebbe dovuto venir sepolto. Purtroppo a causa dell'elezione papale il mausoleo fu destinato a restare cenotafio.

Un così illustre concittadino ha regalato a Bosco Marengo un monumento cui hanno lavorato alcuni importanti artisti dell'epoca. Vasari e la sua bottega allestirono un altare (macchina) di cui sopravvivono alcune parti in legno e i dipinti. Le grandi opere di Vasari (Adorazione dei Magi e Giudizio Finale) sono nell'attigua chiesa, mentre il museo ospita i quadri che raffigurano scene bibliche ed episodi dell'agiografia domenicana. Un reperto interessante è un lungo drappo a ricamo, restaurato di recente, che mostra Cristo mentre sta per essere inchiodato alla croce.

Sono visitabili anche gli edifici conventuali, usati per molti anni come riformatorio (di cui si vedono ancora le celle e la cappella, già biblioteca del convento). Più recentemente Santa Croce è divenuto sede del World Political Forum. E' stato anche approntato tutto quanto serve per un master sul restauro... ma tutto è fermo e bloccato. Il solito denaro pubblico speso inutilmente.

E' un discorso complesso che - a mio parere - si lega a un sistema paese affatto disfunzionale. In Francia un simile complesso sarebbe la tappa fondamentale di qualche rinomato percorso turistico-culturale. Noi invece ci accontentiamo della buona volontà di un paio di persone che affrontano come meglio possono, se pur con ammirevole passione ed affetto, i turisti che hanno deciso di trascorrere il pomeriggio di Pasquetta a Bosco Marengo. Mi ha fatto ridere la piccola discussione tra moglie (alla biglietteria) e marito (cicerone) che si lamenta perchè sarebbe stato facile immaginare un grande afflusso di visitatori. Ma allora non saremmo in un paese dove non si può fare la guida turistica senza l'immancabile patentino e dove assumere anche un solo avventizio espone a oneri che scoraggiano chiunque voglia pensare un po' in  grande.

Bosco Marengo è nella lista dei luoghi del cuore del FAI. L'Italia avrà forse un cuore, manca però certo di un cervello.

Pubblicato il 18/4/2017 alle 12.33 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web