.
Annunci online

SottotettiGiuseppe
Tutte le arti hanno una sola patria: il nostro cuore assetato di bellezza
Link
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

Loading

I tre volti di Jafar Panahi
2 marzo 2019
Il primo volto è di una ragazzina che sta riprendendo con il cellulare il proprio suicidio: meglio morire che rinunciare al sogno di essere attrice.
 
Il secondo volto è dell'attrice cui è stato inviato il video. E' una donna fatta, graziosa, con capelli tinti di un rosso acceso, che sbucano dal velo di ordinanza.
 
Il terzo volto è del regista, Jafar Panahi. Rimane a lungo nascosto: prima se ne ascolta la voce fuoricampo, poi lo si intravede in distanza fuori dall'auto. E solo quando siamo ben addentrati nel film egli compare a noi.
 
Attorno immagini di contorno: contadini e pastori, gli abitanti di un villaggio sperduto in mezzo alle montagne, collegato al resto del mondo da uno sterrato in cui passa a senso unico alternato. Un mondo che vuole essere poverissimo: la ragazzina ribelle non si contenta di voler fare l'attrice, prende addirittura la pala per allargare la strada. E viene bloccata, perchè il suo è un attentato ad un ordine che nessuno intende mutare. Sono necessarie regole, dice un contadino a Panahi. Ma l'unica regola non è quella dei colpi di clacson che avvisano della presenza di una vettura in arrivo è il "nulla cambia".
 
Sullo sfondo la rivoluzione iraniana che ha fatto piazza pulita degli idoli del cinema del passato, ridotti all'esilio o alla solitudine - e alla proscrizione - del villaggio montano.
 
E nonostante tutto questo ci sono nella ragazzina aspirante attrice una incontenibile voglia di cambiamento e di aprirsi al mondo che - probabilmente - origina la proscrizione del film dai cinema iraniani.
 
Uno spettatore mi ha detto che l'unica differenza rispetto ai film cecoslovacchi che si vedevano negli anni settanta è che per lo meno questo è a colori. Non è del tutto sbagliato. Però mi piace la possibilità di lanciare uno sguardo su un mondo lontano dal nostro.
 
 



permalink | inviato da SottotettiGiuseppe il 2/3/2019 alle 8:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
febbraio        aprile