.
Annunci online

SottotettiGiuseppe
Tutte le arti hanno una sola patria: il nostro cuore assetato di bellezza
Link
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

Loading

Il castello di Sarre (AO)
4 giugno 2017

Il castello di Sarre domina la statale che si dirige verso il Monte Bianco, sulla destra poco fuori da Aosta. Esternamente è un edificio settecentesco che del complesso medievale conserva solo una torre quadrata. Vittorio Emanuele II l'aveva acquisito per risiedervi quando sarebbe venuto in valle per soddisfare la propria passione venatoria. Furono però i suoi successori a sfruttare - ed amare - questa dimora.

L'ala sinistra del piano terra ci parla della caccia che si svolgeva in quello che oggi è il Parco Nazionale del Gran Paradiso e certo le anime belle animaliste saranno scandalizzate dalla decorazione della galleria e del salone del piano superiore: pareti e soffitti sono coperte di festoni e girandole formate con le corna degli animali uccisi. Non ho mai visto però ambienti simili. Certamente sono molto belli e degni di essere visti.

Sarre
Sarre: la galleria
La visita prosegue con la celebrazione di casa Savoia. Dato che nel nostro paese si ha la bell'abitudine di non fare i conti con la propria storia si preferisce lasciare sotto il tappeto la vita - ottanta anni - della casa reale italiana. La mostra consente di osservare che anche i nostri Savoia hanno saputo gestire in modo molto accorto la loro immagine pubblica sfruttando il mezzo ancora giovane dei periodici illustrati. Non siamo poi molto lontani dai sovrani borghesi dei paesi nordici.

Manca - forse però non è questo il luogo - un'analisi delle ombre della monarchia del nostro paese - giusto un profilo di Mussolini nel quadro delle nozze di Umberto. Si dice che se Cleopatra avesse avuto un naso diverso la storia avrebbe avuto un altro corso. Forse la cosa vale anche per le gambe di Vittorio Emanuele III: un corpo non indebolito dalla consanguineità dei matrimoni gli avrebbe forse dato la capacità di affrontare con diverso piglio le prove che la storia gli ha posto davanti.





permalink | inviato da SottotettiGiuseppe il 4/6/2017 alle 8:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
maggio        luglio