.
Annunci online

SottotettiGiuseppe
Tutte le arti hanno una sola patria: il nostro cuore assetato di bellezza
Link
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 381246 volte

Loading

Museo dell'Opera di Prato
29 aprile 2017

Intelligente l'idea di imporre un biglietto per chi voglia vedere transetto ed abside del duomo di Prato: si crea una salutare distinzione tra spazio liturgico e momento museale e si spingono anche i pigri a fare una capatina - già che ci sono - al museo dell'Opera.

Il momento di maggiore interesse è costituito certamente dall'originale della danza dei putti che Donatello scolpì per il pulpito esterno. Tutto ben restaurato e ripulito. Anche se questi rilievi sono stati concepiti per essere ammirati dal basso è una gioia godere delle rotondità di queste carni paffute e festanti.

La gioia di questi bimbi si riferisce al cinto della Madonna, conservato in questa chiesa. Un rilievo in marmo mostra la Vergine nell'atto di offrire il prezioso accessorio a san Tommaso ed ancora abbiamo esposta anche la scatola - i cui ornamenti riprendono la danza dei putti - in cui era custodita.

Sono stato molto interessato dalla cappella di santo Stefano, subito all'inizio del percorso espositivo, con un polittico affrescato dai colori dolci e luminosi ed affiancato da altri affreschi monocromi che raccontano la vicenda del protomartire.

Ed è bella la pala delle esequie di san Girolamo di Filippo Lippi come antipasto di quanto ci aspetta in duomo.

prato





permalink | inviato da SottotettiGiuseppe il 29/4/2017 alle 7:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo        maggio