.
Annunci online

SottotettiGiuseppe
Tutte le arti hanno una sola patria: il nostro cuore assetato di bellezza
Link
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 381236 volte

Loading

Villa medicea di Poggio a Caiano
25 aprile 2017
Fu Sangallo a costruire la villa medicea di Poggio a Caiano. Il suo fulcro era costituito dal salone di Leone X: al centro del soffitto a botte, decorato di stucchi policromi che vogliono rinverdire i fasti degli ornamenti d'età imperiale, lo stemma papale. Più in basso affreschi di figure allegoriche, Dei ed Eroi - la compagnia quotidiana dell'elite dell'epoca.

I Medici hanno lasciato il posto ad altri potenti... sono passati di qui i napoleonidi e sopra tutto i Savoia che trasferiscono a Firenze la capitale del novello Regno d'Italia.

A piano terra la sala da bigliardo è ornata da affreschi che danno l'idea di un pergolato, un bel giardino in cui ci riuniamo per divertici. C'è a Schonbrunn qualcosa di simile - sia nell'idea decorativa che nello spirito. In fondo - a differenza del collega austro-ungarico - Vittorio Emanuele II può anche non aver studiato falegnameria, ma ha lo stesso spirito borghese autocompiaciuto e desideroso di una semplice e onesta comodità. Siamo ad un passo dalle famiglie reali da rotocalco: l'appartamento del sovrano, come quello della "bella Rosina", rispecchia il gusto della ricca borghesia di fine ottocento. Ma se un sovrano cessa di confrontarsi con Attilio Regolo ed Achille per mettersi sul medesimo piano di un ricco signore qualsiasi potremo ben facilmente sbarazzarci di lui e sostituirlo con un presidente della repubblica.

Ed ecco che oggi è lo stato italiano ad essere proprietario della villa medicea. Ho letto che qualche mese fa è crollata una parte del muro perimetrale. Noto che la facciata è scrostata e mi accorgo che gli inservienti prendono il loro lavoro come una sinecura. Sono lì giusto ad aprire le porte e - forse - a verificare che non danneggiamo il luogo. Meno male che sono stati messi dei pannelli esplicativi. Inesplicabile però la necessità di prenotare la visita alla collezione di nature morte.

Questa villa medicea è sicuramente molto bella, merita la visita. Andrebbe però valorizzata e sfruttata meglio - anche a costo di  imporre un'entrata a pagamento.




permalink | inviato da SottotettiGiuseppe il 25/4/2017 alle 14:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo        maggio